statistiche

L’età migliore per sverginarsi

L'età migliore

Aspettare il momento giusto per poter avere con la persona che si ama il proprio primo rapporto sessuale è da sempre una delle raccomandazioni più adoperate quando si tenta di conciliare una lista di consigli utili su quale sia l'età migliore per sverginarsi. Studi e statistiche, infatti, affermano che più del 30% delle ragazze e quasi il 25% dei ragazzi hanno aspettato il momento più indicato per avere il proprio rapporto sessuale. Un dato interessante però riguarda un ulteriore risultato che è emerso in misura abbastanza diffusa nel campione utilizzato per questi studi. Molti soggetti infatti hanno dichiarato di non aver tenuto fede alla propria convinzione di dover aspettare il momento giusto. In altri termini questi soggetti hanno dichiarato di essersi in qualche modo pentiti di aver avuto il loro primo rapporto sessuale troppo presto. Queste conclusioni sono un’ottima base di partenza per comprendere quanto sia complicato stabilire l’età migliore per fare sesso e perdere la propria verginità. Continuando l’analisi degli studi effettuati a riguardo, è interessante sapere che la metà dei soggetti intervistati ha fatto sesso perdendo la propria verginità tra i 18 e 20 anni mentre più del 30% lo ha fatto prima dei 16 anni.

 

La competenza sessuale

Quello che qui si intende analizzare è quella che viene definita dagli esperti come la competenza sessuale. Questo concetto è spesso frainteso con altri termini appartenenti alla sfera sessuale. Con l’espressione competenza sessuale si intende però quell’insieme di qualità psicologiche e emotive che danno ad un soggetto la ragionevole responsabilità di una decisione tanto importante. L’importanza di questo concetto coincide con un ulteriore risultato ottenuto dal medesimo studio, più del 40% dei ragazzi, per esempio, ha ammesso di non essersi sentito pronto a fare sesso per la prima volta. Ma a fronte dell’analisi di tutti questi dati, possiamo affermare con certezza che esista un’età giusta per poter perdere la propria verginità?

 

Le 5 domande da farsi

In mancanza di un dato scientificamente applicabile, in quanto questo passo è la risultate di una miriade di variabili fisiche, emotive, psicologiche, religiose e sociali, gli esperti si affidano ad una lista di domande alle quali rispondere per comprendere passo dopo passo quali siano le proprie reali convinzioni o motivazioni apportate a confermare o meno una propria decisione in merito. In primo luogo gli esperti puntano ad eliminare le varie pressioni esterne che potrebbero arrivare dal proprio partner ponendo l’attenzione sul sentirsi a proprio agio sia con il proprio ragazzo o la propria ragazza sia analizzando l’intero percorso fatto assieme che il momento in cui si sente di dover avere il primo rapporto sessuale. In secondo luogo si passa alla verifica dei reali sentimenti alla base del rapporto col proprio partner. In altri termini bisogna domandarsi, dopo essersi chiesti se ci si senta a proprio agio, se si ama davvero la propria compagna o compagno. In questo modo si andrà a verificare quanto è forte il proprio sentimento. Di contro segue un ulteriore quesito che riguarda il senso opposto: ci si sente amati? In queste due domande si verifica il doppio senso del rapporto d’amore che lega due persone. Superati questi interrogativi si può passare all’aspetto fisico domandandosi se le condizioni, sia riguardanti malattie sessualmente trasmissibili che in ambito contraccettivi, siano quelle ideali per avere un rapporto sessuale protetto e privo di complicazioni. Al termine di questo questionario gli esperti pongono una semplice domanda che però è molto importante: ci si sente liberi di dire di no? Grazie a questa domanda si può comprendere quanto l’altro sia disposto a venire incontro alle proprie esigenze ponendo quindi i nostri principi prima dei suoi. Rispondere a questa domanda significa quindi mettere alla prova sia l’altro che il proprio sentimento. Se la risposta a queste domande è affermativa in ogni caso, le condizioni sono ideali per perdere la propria verginità in quanto il rapporto è stabile, reciproco e basato sul dialogo.

Elettra

Elettra

Benvenuti nel mondo di Elettra, se lo vorrete sarò la vostra guida nel bellissimo e incredibile mondo dell’eros nell’era di Internet. Per voi scriverò e riporterò le migliori novità sul mondo Adult, dall’Italia e dall’estero.

Chi è Elettra?

Sono una grande appassionata di sesso, erotismo e di tutto quello che gira attorno al mondo degli adulti. Svelo la mia identità solo a chi conosco davvero bene, perché esporsi troppo, soprattutto in Italia, non è conveniente. Ma spero vivamente di incontrare sempre nuovi appassionati con i quali condividere le mie esperienze e le mie passioni.

Articoli Recenti